TERAPIE RIPARATIVE

Quello che colpisce, dopo tre giorni di full immersion sul transessualismo & company, è la più totale OSTILITA' di TUTTE queste persone ad intraprendere un qualsiasi percorso psicoterapeutico. Statistiche che risalgono a ben prima che l'argomento delle "terapie riparative" fosse mai stato argomento di discussione come ora.
Ovvio che, stante queste premesse fossero quindi inefficaci.
La regola principale della psicoanalisi è infatti che sia il paziente a cercare l'analista. Regola che arriva al punto, addirittura, della necessità di rendere difficoltoso questo percorso di ricerca il più possibile. Quindi niente targhette sull'uscio dello studio, ovviamente niente pubblicità e, come nel caso di uno dei miei maestri, "nascondersi" all'ospedale psichiatrico di Imola per non essere facilmente rintracciabile per il suo studio di Bologna.
Tutto questo, ripeto, perché la regola PRIMARIA è che il paziente sia così MOTIVATO al punto tale dall'essere disposto alla fatica preventiva di una rice...

Leggi tutto l'articolo