TESLA, un uomo Magico-Spirituale: L'intervista nascosta per 116 anni

  INTERVISTA A NIKOLA TESLA ALLA RIVISTA "IMMORTALITY" REALIZZATA NEL SUO LABORATORIO A COLORADO SPRINGS NELL'ANNO 1899.
GIORNALISTA:Sig.
Tesla, lei si è guadagnato la fama dell'uomo che si è addentrato nei processi cosmici.
Chi è lei, signor Tesla? TESLA: È una domanda interessante, Sig.
Smith, e tento di darle una risposta adeguata.
GIORNALISTA:I futuristi dicono che il secolo XX ed il secolo XXI sono nati nella testa di Nikola Tesla.
Celebrano il campo magnetico all'inverso e cantano inni al motore a induzione.
Il suo creatore fu chiamato "il cacciatore che acchiappò la luce nelle sue reti dalle profondità della terra" e "il guerriero che catturò fuoco dal cielo".
Si dice che sia il padre della corrente alternata, colui che farà sì che la Fisica e la Chimica dominino la metà del mondo.
L'industria lo proclamerà suo santo supremo, un banchiere per i più grandi benefattori.
Nel laboratorio di Nikola Tesla si è scisso per la prima volta un atomo.
Si è creata un'arma che produce vibrazioni sismiche.
Lì si scoprirono raggi cosmici neri.
Cinque razze lo venereranno in futuro, perché ha insegnato loro un grande segreto: che gli elementi di Empedocle si possono irrigare con le forze vitali degli eteri.
TESLA: Sì, queste sono alcune delle mie scoperte più importanti.
Anche così sono un uomo sconfito.
Non sono riuscito a ottenere il maggiore dei miei obiettivi.
GIORNALISTA: Quale sarebbe questo desiderio, signor Tesla? TESLA: Vorrei illuminare tutta la terra.
C'è elettricità suffiente per creare un secondo sole.
La luce apparirebbe attorno all'equatore, come l'anello attorno a Saturno.
L'umanità non è pronta per la grandezza.
A Colorado Springs ho impregnato la terra di elettricità.
Potremmo spargere anche le altre energie, come l'energia mentale positiva che si trova nella musica di Bach o Mozart, o nei versi dei grandi poeti.
All'interno della Terra ci sono energie di allegria, pace e amore che si esprimono per esempio attraverso un fire che cresce dalla terra, gli alimenti che escono da essa e tutto ciò che la rende la casa dell'uomo.
Ho passato anni cercando la maniera di far sì che questa energia potesse inflenzare la gente.
La bellezza e l'aroma delle rose possono essere utilizzati come una medicina ed i raggi del sole come un alimento.
La vita ha un numero infiito di forme e il dovere degli scienziati è quello di trovarle in tutte le forme della materia.
Tre cose sono essenziali in questo senso.
Tutto quello che faccio è cercarle.
So che non le troverò, ma comunque non vi rinuncio.
GIORNALISTA [...]

Leggi tutto l'articolo