TIM, quasi il 98% del capitale presente vota a favore di Genish

(Teleborsa) - Riconfermata per il momento la fiducia all'Amministratore Delegato di TIM. L'assemblea degli azionisti ha approvato la nomina di Amos Genish ad Amministratore Delegato, con il 97,86% del capitale presente che ha votato a favore, l’1,17% contro, lo 0,97% si è astenuto.  Al momento del voto era presente il 65,94% del capitale ordinario.
La nomina scade con l'assemblea del 4 maggio. Il rappresentante del fondo Elliott, che attualmente detiene l'8,85% del capitale della società di tlc italiana, ha dichiarato che l'assemblea del 4 maggio per il rinnovo del CdA "farà voltare pagina alla società"che sta pagando una governance "inadeguata e necessita di un deciso cambio di rotta".  Il vicepresidente di Telecom, Franco Bernabè, aprendo l'assemblea degli azionisti chiamata ad approvare il bilancio 2017, ha sottolineato che la compagnia telefonica ha "diritto a una guida sicura ed efficace con il sostegno e la stabilità ispirati a una visione di lungo periodo".
Invece - ha aggiunto - "abbiamo assistito a un progressivo deterioramento delle relazioni", riferendosi allo scontro tra Vivendi e Elliott.
Lo scontro ha generato "un clima sbagliato con gravi ripercussioni in termini reputazionali.
Auspico che tutti i soci operino fattivamente nel futuro".
"Stabilità e continuità dell'azionariato e del management sono un contributo al valore e al progresso della società", ha sottolineato il vicepresidente di TIM.

Leggi tutto l'articolo