TIP TAP FA MALE

Il ballerino Igor Argh è un'artista di fama mondiale, internazionale, assoluta.
Maestro della danza, padrone di tutti i balli, stacanovica fonte di novità e diletto per gli infiniti fans del balletto.
LA sua vita è una meravigliosa coreografia, ed egli dovrebe esserne fiero e non cercare altro.
Ma sibn dalla prima immagine egli ci appare un uomo tormentato e terribile.
Lo vediamo dal modo in cui butta all'indietro la testa, sollevando il mento al parossimo e facendo svolazare dietro di se i capelli portati lunghi sulla nuca, che ricadono in riccioli castano chiaro.
Lo vediamo nell'espressione allucinata, lo vediamo infine nell'occhio spalancato e fisso, dalla pupilla dilatata, che guarda fisso davanti a se con diabolica concentrazione malata.
Qualcosa di terribile succederà ben presto, sembra voler dire quest'immagine.
E qualcosa di terribile accade davvero.
Mentre si accinge a provare delle coreografie di tip-tap di sua invenzione, Igor crea dei passi nuovi, diversi, atroci, scoprendo infine, in un levarsi di fumo e fiamme, che egli ha creato un modo di evocare il diavolo ballando, ed ha aperto un varco verso l'inferno.
Demoni e diavoli fuoriescono all'infinito, riversandosi sulla pista da ballo in un terribile valzer nel cui gorgo anche Igor viene coinvolto.
I demoni vorrebbero portarlo all'inferno facendolo impazzire con i loro satanici balli, ma sebbene colto impreparato il nostro ben presto riprende il controllo della situazione, e dimostrando un feroce sangue freddo si butta nella mischia sfidandoli uno per uno nell'interpretazione del lago dei cigni, e poi nel rock acrobatico.
Uno ad uno i demoni soccombono alla velocità e abilità del ballerino; del resto non è la danza la sua unica ragione di vita? come può egli perdere nel campo che gli è più congeniale? Quand' ecco le terribili schiere aprirsi, e Satana in persona fare capolino ballando alla maniera Sarda.
I velocissimi passetti diventano un turbine impazzito; gli zoccoli infuocati del Re degli Inferi brucianoi la sala, Egli balla prima a terra, poi sulle pareti ed infine sul soffitto, mentre i suoi sottoposti applaudono rapiti.
Per Igor è la fine.
Zoppica, barcolla, cade.
Si inchina davanti ad un vero ballerino, e porge il collo nudo in attesa di morire.
Tremebondo, vergognoso, Satana gli chiede un autografo.

Leggi tutto l'articolo