TOGLIERE IL DIRITTO DI VOTO AGLI ANZIANI: una degenerazione politica ed etica impregnata di razzismo.

Di Pietro Giovanni Spadafora
Filosofi o non filosofi, economisti o non economisti, studiosi o non studiosi, togliere il diritto di voto agli anziani sarebbe una degenerazione politica ed etica, e probabilmente anche una degenerazione mentale.
Deviare dalle qualità morali e dalle prerogative intellettuali della nostra tradizione potrebbe portare, se non si farà attenzione, la politica e l’etica ad uno stadio degenerativo irreversibile.
Sarà una provocazione, ma la proposta di Beppe Grillo di togliere il diritto di voto agli anziani per difendere i giovani è di una gravità inaudita impregnata di razzismo.
Il fatto di tessere e tributare queste lodi in modo sistematico e continuo, da parte di diversi politici ai giovani, è sospetto.
I politici per arraffare consensi si rivolgono soprattutto ai giovani, a cosa pensano i giovani, all’importanza dei giovani, ai problemi dei giovani, ai diritti dei giovani.
La retorica sui giovani appartiene ai sistemi dittatoriali. Hitler e Mussolini s...

Leggi tutto l'articolo