TORINO

La piccola Parigi con le sue vie le sue piazze i caffè storici i mille monumenti: la Mole Antonelliana oggi museo del cinema, il Museo Egizio,la Basilica di Superga, la Palazzina di Caccia di Stupinigi, Palazzo Carignano.
Ma anche città delle nuove tecnologie e sede delle olimpiadi invernali del 2006.
MAGGIORI LUOGHI DI INTERESSE GALLERIA SAN FEDERICO: Prende il nome dal Santo cui un tempo era dedicato l’intero isolato, questa bellissima galleria innestata tra piazza San Carlo e via Roma.
Aperta nel 1933 - anniversario della marcia dei fascisti su Roma - ospita il cinema Lux e molti esercizi molto lussuosi.
Curiosità: qui aveva sede il quotidiano cittadino “La Stampa” prima di trasferirsi in via Marenco GALLERIA SUBALPINA: Realizzata nel 1874, la galleria che collega piazza Castello e piazza Carlo Alberto è uno dei luoghi più eleganti della città.
Ospita il cinema Romano, il sushi bar Arcadia, lo storico caffè Baratti, la libreria antiquaria Gilibert e altri esercizi.
IL VALENTINO: 550mila metri quadri di verde immersi nella città, attorno al Po.
Il Valentino è il grande polmone verde di Torino e uno dei simboli della città.
Disegnato dalla paesaggista Barillet-Deschamps, offre a cittadini e turisti piste ciclabili, passeggiate e occasioni di sport.
Sul Po, d’estate, si può navigare con i vaporetti Valentino e Valentina, con le canoe in affitto presso i vari imbarchini e prendere un bicchiere nei numerosi locali a fil d’acqua.
Da vedere la Fontana dei Mesi, il gruppo liberty realizzato nel 1898 dal conte Carlo Ceppi.
All’interno del parco si trovano il Borgo Medievale, la Promotrice delle Belle Arti e il Castello del Valentino.
CASTELLO DEL VALENTINO: Oggi ospita gli studenti di architettura, ma nel XVI secolo le stanze erano occupate da Emanuele Filiberto che ne decise la costruzione.
Dapprima “villa fluviale” (è a pochi passi dal Po, immersa nel parco del Valentino), nel XIX secolo venne “riorientata”, privilegiando il grande cortile rivolto verso il centro cittadino.
Caratteristici i tetti inclinati alla francese, omaggio alla madama reale Cristina di Francia che la predilisse tra tutte e vi organizzò tornei, caroselli, feste e battaglia fluviali.
PIAZZA CARLO ALBERTO: Bellissimo spazio finalmente pedonalizzato (sono solo pochi anni) che prima del 1842 ospitava il giardino di palazzo Carignano ed era a uso privato dei principi.
Il parco fu in seguito aperto al pubblico e nel 1859 trasformato in piazza.
Al centro domina lo spazio il monumento a Carlo Alberto, realizzato da Carlo [...]

Leggi tutto l'articolo