TRA FANTASIA E REALTA'

 
E verranno i miei giorni
e sul fuoco cadrà la neve ,
soffocherà l’inverno mio
fa rifiorire le gemme dei rami .
Tra fantasia e realtà c’è il veniale peccato
l'empirica essenza non ha spoglie,
ha l’eco marmoreo che sbatte contro il muro
le tracce bionde delle tue onde bianche .
Esorto dunque questo eterno
all'amata , dal volto fragile
col suo addio mi ha dato il vuoto ,
mi ha donato i dolorosi infusi .
E venendo meno alle buone intenzioni
mi acciglio negli sguardi seri :
nel cuore della fata mi attorciglio
ove mi spoglia il suo pianto e si veste da regina.
Tra  fantasia e realtà c’è un abisso :
il suo amore mesto si muta
tuona e assorda , il bagliore addoglia ,
nell'ombroso bosco libera il suo grillo .
E dove il ferro tiene ,
l'afferro per non lasciarla andare
saldo il talamo della pietra lavica,
nei suoi occhi il verde spetra
in fuggiaschi desideri svelo il mio delirio .
Giovanni Maffeo Poetanarratore .

Leggi tutto l'articolo