TTIP. Natalino Balasso.

Il Primo Ministro indiano Modi, ha dichiarato: «L'India ha bisogno di cambiare il suo sistema sui brevetti per conformarsi allo stile europeo e statunitense e favorire gli investimenti".
Cosa significa? E Ecco la traduzione: «Anche se nel 2013 abbiamo vinto la causa contro la Novartis, la fabbrica di medicinali svizzera, che ci accusava di vendere farmaci a prezzi troppo bassi, permettendo così anche ai poveracci di curarsi, ora gli Stati Uniti e l'Europa ci stanno tenendo per ...le palle.
Non solo minacciano i nostri commerci internazionali, ma tengono a libro paga i nostri politici, i quali stanno mettendo in dubbio l'idea che i medicinali servano a curare e non ad arricchire qualche puttaniere internazionale.
Per salvaguardare il commercio estero, ci tocca quindi uniformarci all'idea occidentale che la sanità non è la sanità di tutti, ma solo di chi se la può permettere».
Ovviamente i poveri, che già non se la passano bene, si vedranno preclusa anche la speranza di potersi curare se staranno male e cercheranno fortuna da qualche altra parte, magari, proprio in quei paesi occidentali che ora stanno tenendo per le palle l'India.
Pensateci, la prossima volta che direte che gli sbarchi di profughi sono una cosa astratta, che non c'entra nulla col fatto che noi occidentali stiamo impoverendo il mondo e finanziando dittatori e governi che affamano i loro popoli ma aiutano i nostri affari.
Pensateci bene, ogni volta che direte che è normale che una fabbrica sposti la sua produzione nei paesi poveri dove potrà sfruttare operai più disperati dei nostri.
Ci pensino bene quei fantocci italiani che hanno approvato l'idea del TTIP dicendo che questo aiuta i traffici.
Siamo talmente accecati dal racconto del mercato che invece di aiutare gli esseri umani, aiutiamo i traffici.
Grazie a questi accordi commerciali, che sono la vera attività politica mondiale, le multinazionali potranno far causa agli stati molto più agevolmente, potranno obbligarli a cambiare le loro leggi laddove la nostra idea ipocrita della democrazia e della sovranità nazionale ci spinge a disinteressarci di leggi tremende che opprimono le persone.
Corporation e multinazionali sono i nuovi dei, eppure sono realtà astratte, altro che videogiochi! Siamo schiavi di una realtà virtuale di cui accettiamo bovinamente racconti e menzogne e grazie al fatto che tutti ci crediamo, questa realtà virtuale può devastare la realtà vera.
(Natalino Balasso)

Leggi tutto l'articolo