TURANDOT - Forum di Frejus

Ieri sera, assieme a Carlotta, sono andata al Forum di Frejus  a vedere la Turandot.
L'avevo già vista, tanti anni fa al Royal Albert Hall di Londra,  ma devo ammettere di averla apprezzata molto di più ieri sera.
Non tanto perché con gli anni si ''matura'' ma soprattutto perché gli inglesi hanno l'abitudine, tra un tempo e l'altro, di ''bere qualche cosa'' … ed essendo la Turandot un'opera in tre atti … il terzo praticamente NON me lo ricordo nemmeno! eh eh eh ...Non sono mai stata abituata a bere  digiuno … per cui dopo il primo atto ed il primo bicchiere di champagne ero già ''cotta''! Comunque parliamo un po' dell'opera, magari per i giovanissimi che non la conoscono.
Turandot è l'ultima opera scritta da Giacomo Puccini prima di morire … ma da lui non terminata.
E' stata successivamente completata da Franco Alfano. La prima rappresentazione ebbe luogo nell'ambito della stagione lirica del Teatro alla Scala di Milano il 25 aprile del 1926, sotto la direzione musicale di Arturo Toscanini, il quale arrestò la rappresentazione a metà del terzo atto, due battute dopo il verso ''Dormi, oblia, Liù, poesia''! In pratica dopo l'ultima pagina scritta da Giacomo Puccini.
Toscanini si rivolse al pubblico con queste parole: ''Qui termina la rappresentazione perché a questo punto il Maestro è morto''! Non so come fu la reazione del pubblico … ma quel che sappiamo è che la sera seguente,  l'opera fu rappresentata completa, includendo cioè  il finale di Alfano, non so se con Toscanini come direttore.
L'incompiutezza dell'opera è ancora oggetto di discussione tra gli appassionati.
C'è chi sostiene che Turandot rimase incompiuta non a causa dell'inesorabile progredire del male che affliggeva l'autore, bensì per l'incapacità, o piuttosto l'intima impossibilità da parte del Maestro di interpretare quel trionfo d'amore conclusivo, che pure l'aveva inizialmente acceso d'entusiasmo e spinto verso questo soggetto.
Il nodo cruciale del dramma, che Puccini cercò invano di risolvere, è costituito dalla trasformazione della principessa Turandot, fredda e sanguinaria, in una donna innamorata.
A sommi capi ecco qui la trama: ''Il principe mongolo Calaf è innamorato della principessa Turandot.
Una donna fredda e sanguinaria che non vuole sposarsi e sottomettersi ad un uomo.  Vive infatti in lei il ricordo di un'antenata sottomessa, con la forza, ad un principe conquistatore.
 Turandot, per evitare di sposarsi,  sottopone tutti gli uomini che chiedono la sua mano a risolvere tre difficilissimi enigmi, e, se non [...]

Leggi tutto l'articolo