TUTTO DA SAPERE SU ABORTO SPONTANEO

Aborto spontaneo Con la terminologia "aborto spontaneo" si indica un'interruzione di gravidanza che avviene spontaneamente entro i primi 180 giorni di gravidanza.
Nella maggioranza dei casi l'aborto spontaneo si verifica però nel corso del primo trimestre di gravidanza.
È una condizione molto più diffusa di quanto si creda: si calcola infatti che possa interessare fino al 30% delle gravidanze.
Che cos’è l’aborto spontaneo? L'aborto spontaneo può essere "completo" (caratterizzato dall'espulsione spontanea totale dell’embrione o feto senza vita); oppure "incompleto" o “ritenuto” (quando la gravidanza è ancora parzialmente o completamente presente nella cavità uterina, ma non vi è attività cardiaca dell’embrione o feto).
Quali sono le cause dell’aborto spontaneo? Molte e diverse sono le cause che possono provocare un aborto spontaneo.
Tra queste ricordiamo: anomalie cromosomiche (è sicuramente la causa più frequente di abortività spontanea.
La frequenza aumenta con l’aumentare dell'età materna); malformazioni congenite (utero setto, unicorne ecc) o acquisite (polipi, fibromi) dell’utero;  incontinenza cervicale (il collo uterino tende a dilatarsi in epoca molto precoce di gravidanza, anche in assenza di contrazioni, conducendo all’espulsione del feto); malattie autoimmuni o trombofiliche (in cui aumenti , cioè, la coagulazione del sangue); patologie infettive come toxoplasmosi, rosolia, infezione da citomegalovirus che possono contagiare il feto e causarne la sofferenze e poi la morte; infezioni vaginali non trattate; insufficienza del corpo luteo che non produce abbastanza progesterone, l'ormone che favorisce l'impianto e il mantenimento della gravidanza nel primo trimestre.
Quali sono i sintomi dell’aborto spontaneo? Esistono aborti silenti, ossia privi di sintomi (in questo caso, la diagnosi è clinica, attraverso l’ecografia ostetrica).
In altri casi, invece, l’aborto si manifesta attraverso perdite ematiche o contrazioni uterine.
I sintomi con cui si può presentare un aborto spontaneo possono essere molto diversi tra loro e variabili in rapporto alle diverse situazioni cliniche.
Come prevenire un aborto spontaneo? I trattamenti preventivi nei confronti dell'aborto spontaneo differiscono molto tra di loro a seconda della causa all'origine dell'aborto.
Il riposo è generalmente il primo e principale trattamento che viene consigliato in caso di minaccia d’aborto.
- Una terapia preventiva a base di progesterone può essere efficace nei casi in cui si sospetti una insufficienza [...]

Leggi tutto l'articolo