Tango. Che altro?

Buenos Aires 22 marzo 2019E il tango.
Certo, il tango.
Come si fa ad andare a Buenos Aires e non ballare il tango? Okkei, ci vado, ci vado! Però, dopo 20 e passa chilometri al giorno trascorsi a perlustrare ogni avenida e calle in lungo e in largo e osservare come vivono per davvero questi porte(g)ni e quali drammi e/o indifferenze colpevoli li scuotano o li mostrino immoti con facce di pietra, non è che resti più molta forza vitale per i giri e gli avvitamenti e le sacade e le parade e gli ochos.Ed è capitato che mi sia recato in Riobamba 416: la milonga detta del 'Beso', ma, come sapete, io fatico ad invitare, sono una piattola, e poi le giovanette, quelle brave, se la tirano - oh come se la tirano! - e hanno le viste del ballerino che sanno loro, quello che gli fa il traspiè ded(l)icato con doppio carpiato e voleo in seguida e le altre diavolerie di chi balla dall'infanzia e ce l'ha nel dna e ti fa volare e chiudere gli occhi e sognare cose che voi umani, in quel paradiso ortope...

Leggi tutto l'articolo