Tanti “no” alla scissione dagli stessi vendoliani

(da Dazebao) Settanta esponenti della “mozione due” si dissociano dalle decisioni dei “vendoliani .”  La raccolta di firme nel territorio   Nel Congresso di Rifondazione Comunista hanno sostenuto la mozione Rifondazione per la Sinistra e-affermano- “siamo tuttora convinti che le ragioni di fondo di quella battaglia politica siano più che mai valide” Sono già settanta gli esponenti del Prc,membri della Direzione nazionale, del Comitato politico nazionale e degli organismi dirigenti di federazione e regionali  che hanno  firmata un un appello contro la scissione.
Già moltissime le adesioni nel territorio.La validità di quella scelta congressuale- sottolineano-è confermata dalle grandi novità che sono intervenute dal Congresso ad oggi: la più grave e profonda crisi dello sviluppo capitalistico dal '29, il dispiegarsi nel nostro paese di un movimento di enorme portata per ampiezza e unitarietà dei soggetti coinvolti (precari, studenti, insegnanti, genitori) contro l'attacco ai diritti del lavoro ed alla scuola e università pubbliche e la ripresa di un protagonismo di lotta dei lavoratori e delle lavoratrici anche attraverso le scelte operate dalla CGIL e dal sindacalismo di  base, che hanno visto nella importante partecipazione allo sciopero generale del 12 dicembre una tappa straordinaria.” Questi fatti richiedono che il  Prc “operi un salto di qualità della sua azione e della sua proposta politica.” Danno un giudizio fortemente critico nei confronti della maggioranza che dirige il partito e della  linea scaturita dal Congresso di Chianciano,  riaffermata dalla relazione del segretario all'ultimo Comitato politico nazionale.
“ Per questo-si afferma nell’appello riteniamo importante costruire e sviluppare una forte iniziativa politica sia nel Partito che nella società per contribuire all'avvio di un processo costituente della sinistra.
Per questi stessi motivi siamo contrari ad ogni ulteriore divisione della sinistra.”Da queste considerazioni la decisione, “ in coerenza con la battaglia congressuale” di proseguire  l’ impegno politico “in e da Rifondazione Comunista.” PRIME ADESIONI RINALDI Rosa, Direzione; GUAGLIARDI Damiano, Assessore Regionale Calabria, Direzione; ROCCHI Augusto, Direzione ; AIELLO Fernando, Assessore Provinciale di Cosenza, CPN; BOTTINI Antonietta, CNG; BROCCOLO  Angelo, Segretario Federazione di Cosenza, CPN; CAPRILI Milziade, CPN; CASSANO Luca,  Capogruppo Comune Torino - CPN; DE GAETANO, Nino, Capogruppo Consiglio Regionale Calabria – CPN [...]

Leggi tutto l'articolo