Tassa rifiuti. Per la Corte Costituzionale e' un'imposta! Perche' si paga ancora l'Iva? Interrogazione

Comunicato Sen.
Donatella Poretti La Corte Costituzionale, con sentenza 238/2009 dello scorso luglio, ha sancito la natura tributaria della T.I.A (tariffa di igiene ambientale) stabilendo che essa e' estranea all'ambito di applicazione dell'Iva.
L'Aduc (associazione per i diritti degli utenti e consumatori) ha piu' volte evidenziato che sono numerosi gli utenti che si sono rivolti ai loro sportelli di informazione e consulenza perche' i Comuni, direttamente o attraverso societa' incaricate di gestire il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani, continuano ad addebitare l'Iva al 10% sulla T.I.A.
e rispondono negativamente alle richieste di rimborso, precisando che risulta ancora in vigore la norma che assoggetta queste prestazioni all'aliquota Iva del 10% e che essa, una volta riscossa, viene da loro versata allo Stato.
Per questo motivo, con il senatore Marco Perduca, ho presentato un'interrogazione al ministro dell'economia e Finanze, per sapere: in quali tempi e termini e' intenzionato a prendere posizione al riguardo, per far si' che la sentenza della Corte Costituzionale diventi effettivamente esecutiva, prevedendo meccanismi di rimborso immediatamente attuabili.
Qui il testo dell'interrogazione

Leggi tutto l'articolo