Tassa soggiorno, nel 2018 quasi 540 mln

(ANSA) – ROMA, 17 MAR – Ben 538 milioni di euro, cioè 29 in più di quanto previsto e 70 oltre gli incassi del 2017.
E’ un vero tesoro quello incassato in Italia nell’anno appena trascorso grazie all’imposta di soggiorno secondo i calcoli dell’Osservatorio nazionale sulla tassa di soggiorno della società di consulenza turistica Jfc.
“Questo fenomeno – spiega Massimo Feruzzi, amministratore unico di Jfc – si deve sia ai 155 Comuni che hanno introdotto l’imposta nel 2018, sia all’aumento alle tariffe apportato da diverse amministrazioni locali (circa dal 16%)”.
Per quanto riguarda l’incremento tariffario, la media è stata pari al +29,7%, naturalmente facendo riferimento ai soli Comuni che hanno variato l’imposta.
Tra questi si segnalano Firenze (che raggiunge la cifra record di 41 milioni), Genova, Riccione, Matera, Jesolo.
Per il 2019, anno in cui ben 51 Comuni l’hanno introdotta ex novo, “le prime previsioni di incasso indicano una cifra complessiva pari a 604 milioni”.