Tecnologia: Stampante 3D

La stampante 3D, come dice la parola stessa, serve per produrre oggetti in tre dimensioni.
Lorenzo Cantini studente di archeologia di Firenze insieme a suo fratello Luciano ingegnere elettronico ha messo su un team di ricerca e sviluppo per la realizzazione di un modello di stampante 3D tangibile partendo da un disegno cad 3D, per cui i limiti della macchina vengono dettati solo dalla fantasia del suo utilizzatore, dando così origine al progetto Kent's Strapper.
Per un assemblaggio complessivo ci sono voluti 6 mesi.
I risultati ottenuti hanno permesso di avere oggetti funzionanti come un fischietto che realmente fischia o un calice che contiene liquidi.
E' una tecnologia che si chiama sistema di prototipazione rapida.
Il progetto Kent's Strapper è open sourse questo significa che esiste una piattaforma dove persone con diverse competenze collaborano per creare un progetto comune.
Charles W.
(Chuck) Hull è l’inventore che ha realizzato la prima stampante 3d nel 1980 utilizzando la tecnica  che prende il nome di stereolitografia.
Hull ha fondato un’azienda, la 3D Systems che crea macchine per stereo litografia.
Le tecniche di stereo litografia sono a laser oppure per deposizione o stampa tridimensionale.
Quest’ultima utilizza macchine e materiali meno costosi rispetto a quella laser.
Il primo modello realizzato da Hull è di tipo SLA (StereoLitograpy Apparatus) nel tempo le tecniche si sono evolute fino a giungere alla messa a punto di tecnologie differenti quali LOM (Laminating Object Manufactoring) SLS (Selective Laser Sintering), FDM (Fused Deposition modeling) LENS (Laser engineered net shaping).
  Chuck Hull inventore della stampante 3D         Fonte: Wikipedia Articolo di Isabella Bianchini

Leggi tutto l'articolo