Ten Years After - Alvin Lee "I'm Going Home" (1969)

Addio Alvin Lee, il chitarrista che infiammò Woodstock Divenne famoso grazie all’assolo di “I’m Going Home”, uno dei brani più memorabili del celebre festival PIERO NEGRI Con poche righe pubblicate nel pomeriggio sul sito personale, le figlie e la compagna di Alvin Lee hanno annunciato l’improvvisa scomparsa del grande chitarrista, «in seguito alle impreviste conseguenze di un intervento chirurgico di routine».
Finisce così la storia di un guitar hero divenuto tale grazie a una sola canzone, suonata però nel modo giusto nel posto giusto e nel momento giusto, cioè a Woodstock nell’agosto 1969, sul palco del più celebre festival rock di ogni tempo.
La canzone era «I’m Going Home»: i Ten Years After, il gruppo guidato da Alvin Lee, chiusero il loro breve set (sei pezzi) con una versione travolgente, nella quale fecero entrare a forza un paio di classici di rock’n’roll («Blue Suede Shoes» e «Whole Lotta Shakin’ Going On»), scavandosi così una comoda nicchia nel mondo del rock-blues grazie alla quale per un paio di decenni riempirono stadi e arene di mezzo mondo.

Leggi tutto l'articolo