Tentano furto in ditta di nautica, fuggono a mani vuote

Cronaca (mercoledì 27 aprile 2011) Tentano furto in ditta di nautica, fuggono a mani vuote Le guardie giurate sono giunte dopo la manomissione dell'antifurto, nella ditta "Valeria Montefusco" della zona industriale.
I ladri hanno cercato di rompere un vetro.
Hanno frugato pure in un furgone LECCE – Prima hanno rotto il vetro di un furgone parcheggiato all’interno del perimetro, frugando nel cruscotto (forse cercavano delle chiavi, è l'ipotesi più plausibile), poi hanno tentato di forare il cristallo dell’ingresso allo stabile, usando qualche attrezzo, forse una punta di diamante, praticando un cerchio.
Nello stesso tempo, una manomissione dell’allarme antifurto collegato all’istituto di vigilanza della Velialpol.
Che, in realtà, è costato caro ai ladri.
Perché proprio questo tentativo ha fatto scattare l’antifurto, collegato alla centrale operativa, ed è così che sul posto sono arrivate le pattuglie delle guardie giurate.
Furto, solo tentato, la notte scorsa, all’interno della ditta “Valeria Montefusco”, specializzata nella nautica, che sorge nella zona industriale di Lecce.
L’allarme è scattato esattamente all’1,47 e circa cinque minuti dopo l’area era già presidiata.
I ladri sono riusciti a fuggire, senza però rubare nulla.
Neanche dal furgone.
Sul posto sono stati chiamati la polizia, per le prime indagini, ed il proprietario dello stabile.
Nei dintorni sono stati trovati alcuni arnesi da scasso, che i malviventi hanno preferito abbandonare per alleggerirsi durante le concitate fasi della fuga.
Il titolare ha richiesto che le pattuglie presidiassero il perimetro dell’azienda, perché l’allarme era ormai fuori uso.
C’era il rischio che i ladri fossero appostati nei paraggi.
Non di rado, infatti, tornano alla carica pochi minuti dopo il primo tentativo di scasso, se vedono che le pattuglie abbandonano la zona.
http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=27232

Leggi tutto l'articolo