Terremoto Centro Italia: la diretta. Almeno 247 morti

Terremoto Centro Italia: la diretta.
Almeno 247 morti.
“Case implose, fase critica deve ancora iniziare” (Foto e video)   Cronaca La scossa è avvenuta nella notte alle 3,36.
Rase al suolo la frazione di Pescara del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, e Amatrice (Rieti).
Il sindaco: "E' un macello".
Il sismologo Boschi: "Forte rischio di una seconda forte scossa nell'area, che è di massima pericolosità" di F.
Q. | 24 agosto 2016 E’ salito a 247, nella notte, il numero di vittime accertate del terremoto di magnitudo 6.0 che ha colpito il Centro Italia alle 3:36 del 24 agosto radendo al suolo i comuni di Amatrice e Accumoli, in provincia diRieti, Arquata, in provincia di Ascoli Piceno, e la sua frazione Pescara del Tronto (foto) Intere città sono state cancellate in pochi attimi e trasformate in cumuli di macerie. I morti accertati sono 247, centinaia di persone sono state ferite (leggi le testimonianze), oltre 2.500 gli sfollati che hanno passato la prima notte fuori dalle loro case mentre continuava lo sciame sismico, con un’ultima scossa di magnitudo 4.5 alle 5:17.
Il numero delle vittime, fermo a 160 mercoledì sera, è salito tragicamente nella notte come reso noto dalla Protezioni civile.
E poi alberghi che si sbriciolano mentre tutti i 70 ospiti dormono nelle camere con vistasui monti Sibillini.
E ancora bambini che chiedono aiuto perché sono rimasti intrappolati sotto le macerie, ma che vengono raggiunti quando sono ormai senza vita.
“E’ un dramma, un macello”, dice Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice, uno dei borghi più belli d’Italia (foto).
Oggi non esiste più.
Distrutti sono anche gli altri piccoli comuni colpiti dal sisma, che proprio nel periodo estivo si rianimano con l’arrivo di visitatori e famiglie in vacanza: le persone presenti nella zona al momento del terremoto, insomma, sono superiori al numero dei residenti ufficiali.
L’epicentro del sisma – avvertito in Abruzzo, Umbria, Lazio ed Emilia Romagna - è stato a 4 chilometri di profondità nei pressi ad Accumoli (foto), dove la situazione è “drammatica”, dice il primo cittadinoStefano Petrucci.
Le scosse continuano: oltre 160 nelle ultime 9 ore, la più forte di magnitudo 4.7 nel pomeriggio.
Oltre 500 i vigili del fuoco mobilitati per i soccorsi, oltre a squadre cinofile, polizia, militari, sommozzatori, protezione civile e volontari.
Il premier Matteo Renzi ha annunciato che il Consiglio dei ministri è convocato giovedì 25 agosto 2016 alle 18 a palazzo Chigi decreterà lo [...]

Leggi tutto l'articolo