Terremoto in Emilia la terra trema ancora

Nuove fortissime scosse di terremoto stamane in Emilia Romagna.
15 le vittime accertate ,ci sono anche dei dispersi.
Oltre cinquemila le persone evacuate dalle loro abitazioni dopo le nuove scosse, 4.500 nel Modenese e le altre tra le province di Bologna e Ferrara.
Dalla Toscana al Friuli, fino al Piemonte, la gente ha avvertito stamani la prima forte scossa.
I social network sono i primi a diffondere notizie e segnalazioni,su Twitter le prime immagini.
Per quasi 40 minuti Twitter è stata la sola fonte informativa disponibile.
La televisione dava altro, il sito dell'Ansa non forniva nessuna notizia su quanto stava accadendo», spiega Giovanni Boccia Artieri, docente di Sociologia dei new media alla "Carlo Bo" di Urbino.
Ma il sito di microblogging, dice Artieri, quella notte non è stato solo luogo di condivisione di paura o immagini: «Le prime informazioni su epicentro e magnitudo sono comparse da chi ha twittato i dati dei sismografi, i primi consigli sono stati dati da profili di persone che si occupano di sicurezza.
Molti hanno messo a frutto la loro creatività e competenza per mappare gli eventi restituendo una sintesi efficace e geolocalizzata, un'informazione costruita collettivamente dai cittadini».

Leggi tutto l'articolo