Terri Schiavo ci ha lasciati e il Papa...

La povera Terri, la disgraziata Terri ci ha lasciati ed è finalmente morta, volando altissima sopra tutte le polemiche che la sua vicenda ha innescato.Per la Chiesa è stato commesso un omicidio, lo stesso dicasi per i conservatori d'America, capitanati dal fratello del Presidente, Jeb, governatore della Florida che - sguazzando in questa tragedia - si è fatto un nome e una immagine da "bandiera dei neo-con" americani; la politica non si smentisce ma:  fare qualcosa soltanto se c'è un tornaconto.Torniamo alla disgraziata Terri, per notare soltanto alcune cose: primo che la donna giace in quelle condizioni da oltre 15 anni; sembra che a mettere fuori uso alcune sue funzioni vitali sia stato un eccesso di potassio somministratole da medici e infermieri di un noto ospedale.
Per questo le è stato riconosciuto un "indennizzo" di un milione di dollari (di quei tempi, adesso sono diventati almeno quattro) che sembra abbia innescato la guerra tra il marito e i genitori della donna: il primo si è ricostruito una vita con un'altra donna dalla quale ha avuto due figli, i secondi sono quelli che più di ogni altro si sono battuti per tenere in vita Terri, lottando aspramente specialmente contro il genero che invece la pensava diversamente: non mi chiedete chi ha preso i soldi, perché non lo so...Una seconda notazione è il "modo" con cui la donna è stata fatta morire: le è stato semplicemente staccato il tubo che le forniva il nutrimento e il liquido (cioè l'acqua) occorrenti per sopravvivere: in pratica è morta di fame e di sete; mi chiedo, non c'era un sistema meno barbaro per farla morire? Sembra di no, poiché una qualunque iniezione letale avrebbe comportato l'accusa di "eutanasia" e nessuno si è voluto assumere questa responsabilità di fronte alla legge.Quasi nelle stesse ore che Terri esalava gli ultimi respiri, anche il Papa vedeva aggravarsi la propria situazione sanitaria a causa dell'insorgenza di vari e gravi problemi, il più importante dei quali sembra essere un'infezione delle vie urinarie.Non voglio entrare nel discorso delle condizioni fisiche di Giovanni Paolo II - di questo purtroppo avremo occasione di riparlare in seguito - ma solo di come i media stanno presentando l'evento.Anzitutto questo Papa, con la lunghezza del suo pontificato (26 anni) è diventato il primo ad essere sottoposto alla comunicazione di massa in ogni fase della sua esistenza, in particolare in quella più tremenda della propria morte; il precedente Pontefice infatti, - Papa Luciani - ebbe certamente un risalto massmediale di buon [...]

Leggi tutto l'articolo