Territorio e marketing in rete se ne è discusso a Rodi

Territorio e marketing in rete se ne è discusso a Rodi sabato 25 gennaio 2014 ore 10:50 L’assessore Capone: occorre valorizzare l’offerta naturalistica del Parco.
Lo sviluppo non passa solo ed esclusivamente da una migliore promozione turistica del territorio.
Fare sistema, unire le forze e valo­rizzare il territorio anche su inter­net.
Il messaggio lanciato agli ad­detti ai lavori nel settore del turi­smo dall' assessore regionale Lore­dana Capone è chiaro e realizzabi­le, stando a quanto dichiarato dal­l'esponente regionale all'incontro di ieri mattina tenuto presso l'Auditorium dell'Itc di Rodi Gargani­co.
Il tema dell'incontro era ap­punto 'Le Aziende, il Territorio ed i1Marketing in rete', e la Capone ha puntato molto sull'offerta turisti­ca presente nel Gargano e sul mo­do di promuoverla, "Il Gargano rappresenta una delle perle della Puglia, pari merito con il Salento" ha dichiarato la Capone "Un terri­torio con un potenziale naturali­stico eccezionale da saper pro­muovere e valorizzare al punto da far conoscere a tutto il mondo la bellezza di questo paradiso".
Per Loredana Capone, pubblicizzare il Gargano deve essere il compito principale di chi si impegna a far fare un salto di qualità al turismo ed all'economia di questa 'area "Oggi siamo costretti ad innovarci.L'innovazione è importante sia per gli enti che per gli imprendito­ri di qualsiasi settore, a maggior ra­gione quello del turismo.
Occorre valorizzare l'offerta naturalistica del Parco e far vedere in giro di co­sa si dispone nel Gargano".
Ma lo sviluppo del turismo non passa so­lo ed esclusivamente da una mi­gliore promozione turistica del territorio, anzi.
Secondo l' assesore regionale, infatti, bisogna innan­zitutto educare al turismo i ragaz­zi fin da dentro le aule scolastiche.
"Educare al turismo vuoi dire far capire quale può essere il fattore di crescita in quel preciso momento storico, in quell'ambiente e con quelle risorse che sono a disposi­zione di chi opera" ha commenta­to la Capone, prima di aggiungere "Se in un territorio si possiedono già attività ricettivo-turistiche molto simili tra loro, è inutile aprir­ne delle altre identiche, meglio ca­pire su quale novità bisogna pun­tare e far sì che possa in questo mo­do dare un contributo fattivo al mio essere imprenditore ed all'e­conomia del territorio".
Davanti ad uno sparuto numero di studen­ti e qualche autorità, la titolare del­l'assessorato regionale allo Sviluppo Economico si è poi soffermata sulla notevole necessità di moder­nizzare il modo di [...]

Leggi tutto l'articolo