Testo sicurezza

Pubblicato sul Supplemento Ordinario n.
108/L della Gazzetta Ufficiale n.
101 del 30/4/2008 il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
Entrerà in vigore per le parti generali il 15/5/2008 Il Testo Unico 2008 in materia di salute e sicurezza sul lavoro è stato appena varato con il D.
Lgs.
n.
81 del 9/4/2008 pubblicato sul Supplemento Ordinario n.
108/L della Gazzetta Ufficiale n.
101 del 30/4/2008, emblematicamente alla vigilia della 1° maggio, giorno della Festa del Lavoro, e per una strana e certamente non voluta coincidenza a ridosso di quel 27 aprile che è la data del Decreto del Presidente della Repubblica n.
547 il quale ha costituito per più di 50 anni, insieme agli altri decreti ad esso collegati ed emessi negli anni 1955-56, il pilastro della prevenzione degli infortuni sul lavoro in Italia e che ora va in pensione e passa il testimone definitivamente alle leggi di stampo comunitario.
Il Testo Unico è costituto da 306 articoli, a fronte del più del migliaio di articoli che vengono abrogati (D.
Lgs.
n.
626/1994 e s.m.i., D.P.R.
n.
547/1955, D.P.R.
n.
303/1956, D.P.R.
n.
164/1956, D.
Lgs.
n.
494/1996, D.
Lgs.
n.
493/1996, ecc.) e da 51 Allegati nei quali è stata inserita la gran parte delle disposizioni già preesistenti ed abrogate con lo stesso.
Entrerà in vigore quindici giorni dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e cioè il 15/5/2008 ad eccezione dei nuovi adempimenti e delle nuove sanzioni relative alla valutazione dei rischi che diventeranno efficaci decorsi novanta giorni dalla pubblicazione stessa sulla G.
U.
(fino ad allora continueranno a trovare applicazione le disposizione previgenti) e ad eccezione delle disposizioni relative alla protezione dei lavoratori dai rischi legati alla esposizione a campi elettromagnetici ed a radiazioni ottiche artificiali le quali entreranno in vigore secondo le indicazioni già stabilite dalla legislazione uscente.
Ora l’impegno del Governo, che nel frattempo ha cambiato bandiera ma ciò non conta nulla come non deve contare nulla in materia di sicurezza sul lavoro, è quello comunque di continuare a lavorare per pervenire al meglio a tutti gli obiettivi e risultati che ci si era prefissi di raggiungere.
Si chiude una storia e si apre un cammino non altrettanto facile ma da affrontare con altrettanto impegno, solerzia ed attenzione.
saludamus

Leggi tutto l'articolo