Tetto solare, Tesla e l’impianto fotovoltaico nelle tegole

L’eclettico multimiliardario, con alle spalle successi come PayPal, Tesla, SpaceX e SolarCity, ha presentato alla stampa statunitense un nuovo formato di pannello fotovoltaico direttamente integrato all’interno di speciali tegole realizzate in materiale vetroso.
Praticamente identiche alle vecchie tegole (quanto meno da un punto di vista estetico) rappresentano, per il papà della Tesla, il futuro della produzione di energia alternativa.
Niente più pennelli impattanti sul tetto, ma una soluzione ipertecnologica in grado di rivoluzionare il settore dell’energia solare. Tegole fotovoltaiche ideate dai tecnici Tesla.
Si tratta di un piccolo capolavoro di design e ingegneria: a guardarle dal basso sembrano delle normalissime tegole come tante altre; avvicinandosi, invece, si notano le piccole celle solari “affogate” all’interno del materiale vetroso il cui compito è quello di “catturare” la luce del sole e trasformarla in energia solare.
Tegole fotovoltaiche ideate dai tecnici Tesla.
Si tratta di un piccolo capolavoro di design e ingegneria: A guardarle dal basso sembrano delle normalissime tegole come tante altre; avvicinandosi, invece, si notano le piccole celle solari “affogate” all’interno del materiale vetroso il cui compito è quello di “catturare” la luce del sole e trasformarla in energia solare. Non di sole tegole si è parlato.
Elon Musk, infatti, ha presentato anche il Powerwall 2.0, un accumulatore da muro (una sorta di superbatteria domestica che va montata, per l’appunto, sui muri di casa) dotato di batterie con capacità doppia rispetto alla prima versione.
Ci si trova di fronte, dunque, a un sistema di batterie in grado di accumulare fino a 14 kWh di energia e capace di alimentare senza problemi una normale abitazione.
Secondo Musk, dotando la propria abitazione di un tetto solare e di un Powerwall si diventerebbe elettricamente autosufficienti e ci si potrebbe staccare senza problemi dalla rete elettrica.

Leggi tutto l'articolo