The Future Sound of London - "Lifeforms" (EMI, 1994).

I FSOL sono un duo di formazione elettronica improntato su sonorità etniche e tribali. Stabilire dei punti chiave risulta però terribilmente limitante, se considerata la maestosa eterogeneità dei singoli lavori. "Lifeforms" in particolare, rappresenta meglio di tutti l'amore sconfinato che i musicisti nutrono per il ciclo vitale degli esseri organici, con chiari riferimenti acustici e semantici al regno della biologia. Il suono è a tratti vagamente orientaleggiante, e sicuramente esotico. Si tratta in linea di massima di un lavoro difficile, maestoso per chi sentisse davvero di volersi avvicinare a una musica più complessa. Più organici di Aphex Twin e Autechre, il loro disco è imprescindibile per qualsiasi amante di musica elettronica, raffinato e suggestivo.
https://www.youtube.com/watch?v=kDSDeyfYJ5M
 

Leggi tutto l'articolo