The Good, the Bad, the Weird: "CARRIE" (2013)

Inauguro una nuova rubrichetta che credo avrà cadenza mensile.
Mi occuperò di film e precisamente di quelli che usciranno a breve o lungo termine, ma appartenenti alla categoria "remake", "reboot" o "sequel".
Cercherò di prevedere se saranno film memorabili o meno (e non se saranno top o flop quanto ad incassi, poiché la massa popolare, in quanto tale, potrebbe decretarne il successo al botteghino, a prescindere dalla qualità).
Generalmente non amo i remake, sono l'ultimo rifugio di chi non ha idee, ed è esattamente la malattia che ha colpito Hollywood in questi ultimi anni! Il primo film di cui voglio occuparmi è l'imminente "Carrie".  Questa volta il misfatto è da imputarsi a MGM e Screen Gems.
Dopo i remake de "La casa" e "Non aprite quella porta", tocca ad un altro mostro sacro, "Carrie - Lo sguardo di satana"; tratto da un romanzo di S.King e già magnificamente adattato per il grande schermo dal "signor" Brian De Palma nel 1976.
A mio modestissimo parere una pellicola del genere non è assolutamente replicabile in maniera soddisfacente, poiché se, ad esempio, rifare "La casa" di Sam Raimi, oggi, è stata un'operazione fattibile e abbastanza riuscita per merito del buon budget, di effetti speciali all'altezza e di uno script discreto; riproporre un film tanto intenso e misurato, dotato di una grande eleganza e senza nemmeno un'inquadratura fuori posto è impresa impossibile!  Sissy Spacek (Carrie) Il ruolo della povera Carrie, che era stato tanto mirabilmente interpretato da Sissy Spacek, è stato assegnato a Chloe Grace Moretz ("Kick Ass 1 e 2",2010 e 2013) ; la madre sarà invece la brava Julianne Moore.
La regia è stata affidata a, udite udite, Kimberly Peirce, ovvero la regista del discreto "Boys don't cry" (1999).
Alla sceneggiatura Roberto Aguirre - Sacasa, uno che ha scritto le sceneggiature dei serial "Glee" e "Big Love", di male in peggio...
S.King, appreso del rifacimento, ha dichiarato: "La vera domanda è: perché un nuovo adattamento quando l'originale era tanto buono?" Il trailer, che però spesso non è indicativo, sembra promettere nefandezze inenarrabili, pare avere un taglio televisivo e una protagonista poco credibile: http://www.youtube.com/watch?v=SdoVioPv0fs Uscita prevista per il 18 ottobre nelle sale americane, il 28 novembre in quelle italiane Previsione: VERY BAD

Leggi tutto l'articolo