The Good, the Bad, the Weird: "ROBOCOP" (2014)

Negli Stati Uniti, verso la fine degli anni novanta, emerse un regista olandese, il suo nome era Paul Verhoeven; l'opera che gli diede notorietà fu "RoboCop - Il futuro della legge" (1987).
Questa ironica pellicola, ambientata in un futuro distopico, raccontava la storia Alex Murphy, marito devoto e probo poliziotto che, dopo essere stato quasi ucciso da un manipolo di criminali, veniva "resuscitato" mediante l'aggiunta di parti meccaniche, divenendo un vero e proprio cyber - poliziotto. Alex, novello cyborg, pur mantenendo un un animo umano, era vincolato dall'obbligo di ubbidire a tre ferrei dogmi che tanto somigliavano alle leggi della robotica di Asimov.
Costato 13 milioni di dollari, ne incassò ben 53* e lanciò la carriera di Verhoeven verso altri grandi successi ("Atto di forza", "Basic instinct").
Non è stato uno di quei film che ho amato molto, pur essendo un discreto prodotto d'intrattenimento, però lo scorrere del tempo gli ha garantito lo status di "cult", con molti estimatori e postume rivalutazioni.
Visto che nessuna vecchia pellicola di successo può stare tranquilla, ecco arrivare l'inevitabile remake.
La MGM avrebbe stanziato qualcosa come 100 milioni di dollari, affidando la regia a José Padilha ("Tropa de elite", 2007).
Il regista, che a me sembra valente, ha dichiarato di aver molto rispetto e stima per l'originale e ciò lo avrebbe spinto a impegnarsi strenuamente per ottenere un prodotto fedele al prototipo  e di notevole qualità.
Dal trailer parrebbe che gli effetti speciali siano stati utilizzati in maniera congrua e la confezione delle immagini sembrerebbe gradevole e sapiente. Filtra, dalle notizie disponibili sullo script, la presenza di qualche aggiustamento, ma in questo caso (al contrario da quanto si sa de "Il corvo"), nulla di eccessivamente invasivo o detestabile.
Per la parte del protagonista è stato scelto l'attore svedese Joel Kinnaman; come supporto vi sarannò ottimi professionisti del calibro di Samuel L.
Jackson, Abbey Cornish, Gary Oldman e Michael Keaton.
Le prospettive appaiono interessanti, vedremo la realizzazione finale.
http://www.youtube.com/watch?v=xPLSpmAtc1Q Uscita prevista per l'8 febbraio 2014 nelle sale americane, il 7 febbraio in quelle italiane  Previsione QUITE GOOD    * Fonte Boxofficemojo.com  

Leggi tutto l'articolo