Tippi Hedren, biografia-choc. "Hitchcock mi molestava"

Il libro-biografia di Tippi Hedren.
86 anni, che è uscito in America il 1 novembre.
E' da tempo che l'attrice di "Marnie", "Gli Uccelli" etc denuncia anche in interviste televisive gli abusi che il regista Alfred Hitchcock le riservava.
Le anticipazioni del libro sono state pubblicate dal New York Post.
L'artista non denunciò all'epoca i fatti.
"Lo stalking era un termine che non esisteva negli anni Sessanta".
Inoltre per gli studios, la Hedren non era "preziosa" come Hitchcock.
Il regista avrebbe anche creato una porta segreta che conduceva direttamente allo spogliatoio di Tippi, per poterla spiare.
Se tutto ciò fosse vero, non si può fare a meno di pensare al personaggio di Norman, il protagonista di "Psycho" che da uno spioncino creato nel muro, dietro un ritratto, spiava le movenze della bellissima Marion, interpretata da Janet Leigh e destinata a diventare una delle vittime dello psicopatico assassino protagonista del thriller.
Di Alfred Hitchcock erano conosciute le manie, i tic e le ossessioni, ma soprattutto la sua preferenza per le attrici bionde, giovani e belle, che nella sua immaginazione erano le più "disinibite" in camera da letto.
Ora queste scandalose rivelazioni, che riportano Tippi Hedren sul palcoscenico.
Il regista inglese, morto nel 1988 a 81 anni per insufficienza renale, però non può smentire o difendersi.
Né Grace Kelly, altra "musa" del "re del brivido".
scomparsa in un incidente stradale nell'estate del 1982 a Montecarlo, può dire la sua.
Anche lei fu vittima delle attenzioni sgradite di Hitchcock? E' viva però Kim Novak, interprete del film hitchcockiano "Vertigo", altra bionda "storica" del parterre cinematografico del celebre regista.
Epperò secondo critici e biografi il regista non sembra aver maturato nessuna particolare ossessione per quest'ultima, o anche per la Kelly.
Il mistero continua.
Romolo Ricapito

Leggi tutto l'articolo