Tiramisù

L’ origine del Tiramisù è conteso.
Unica certezza: il legame con Treviso.
Per il resto sono in molti a contendersi la paternità del dolce al caffè e mascarpone.
“Bepo Zoppelli, accademico della Cucina Italiana e delegato trevigiano, è categorico: «Il tirami sù è trevigiano, hanno ragione i Campeol, sono stati loro a crearlo, moltissimi anni fa - spiega - è vero che forse le radici affondano nel lontano Medioevo, su ispirazione di una zuppa inglese, e che quel dolce girò diverse zone d'Italia, fra cui la Toscana.
Ma sulla trevigianità non ci sono dubbi.
Che poi girino altre ipotesi sulla sua nascita  è vero, ma la paternità delle Beccherie è storia, consacrata dai maestri della cultura veneta».
Ma basta uscire dall'Accademia per avere altre e più popolarissime versioni sulla nascita del dolce.
Anche piccanti.
Arturo Filippini, patron del Toulà e allievo di Alfredo Beltrame, porta indietro le lancette del tempo, e fa uscire il primo tiramisù nientemeno che da un bordello.
«Nacque in casin, garantito - spiega ridendo - da una signora di facili costumi che oggi chiameremmo un'avvenente maîtresse.
Me lo raccontavano Alfredo, Comisso, anche Boccazzi: era in piena Cae de Oro, a due passi da Duomo e San Nicolò.
Quando i ragazzi scendevano un po' provati, lei preparava questo dolce e diceva "desso ve tiro su mi, tosatei.
Parliamo degli anni 30 e 40', eh...» http://espresso.repubblica.it/food/dettaglio/le-origini-misteriose-del-tiramisu/2198124 Ognuno ha la sua ricetta particolare, le varianti sono diverse, chi mette solo i tuorli, chi alterna strati di cacao anche in mezzo, chi al posto dei savoiardi usa i pavesini e altri modi ancora, questo è il mio:   Tiramisù: Per 6-8 persone: 300gr di savoiardi.
500gr di mascarpone 4 tuorli d’uovo più gli albumi montati a neve  a parte.
150gr di zucchero Abbondante caffè amaro, uso la moka da 6.
Un bicchierino di marsala.
Cacao amaro.
Si lavorano in una terrina i tuorli con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso e gonfio.
Poi si aggiunge il mascarpone e si amalgama, infine  gli albumi montati a neve precedentemente in un altro contenitore.
In una pirofila si stende uno strato di crema, si passano velocemente i savoiardi nel caffè freddo con il liquore poi di nuovo la crema fino ad esaurimento degli ingredienti infine si spolvera con uno strato di cacao in polvere sopra e si mette in frigo per almeno un paio di ore.
A tutti quelli che l'hanno assaggiato è piaciuto, Rospo compreso.
Se però preferite gustarlo al cinema vi consiglio :     Tiramisù [...]

Leggi tutto l'articolo