Tirrenia&Siremar, sciopero con adesione quasi generale

La Fit-Cisl comunica che in Sicilia circa il 90% dei lavoratori della Tirrenia ha aderito allo sciopero di 24 ore degli addetti, marittimi ed amministrativi, indetto dal sindacato assieme a Filt-Cgil e Uiltrasporti per protestare contro "la battuta d'arresto nella procedura di privatizzazione rispetto alle garanzie contrattuali ed occupazionali".
Ferme le navi che collegano Napoli e Palermo.
In Sicilia i lavoratori della Tirrenia sono circa un migliaio.
"Sollecitiamo ancora una volta una presa di posizione da parte del governo nazionale per il mantenimento dei livelli occupazionali e contrattuali - dice Franco Lo Bocchiaro segretario regionale Fit-Cisl marittimi - Non riusciamo a comprendere la totale assenza delle istituzioni che poco si impegnano nella soluzione della vertenza vicina a un epilogo, il 15 marzo quando le buste con le offerte delle aziende interessate all'acquisizione di Tirrenia e Siremar saranno aperte".
Siamo preoccupati in particolare per le sorti della compagnia di navigazione siciliana, Siremar - conclude Lo Bocchiaro - notiamo infatti la volontà dell'esecutivo nazionale e di quello regionale di avvolgere nel silenzio la vertenza che in Sicilia riguarda il futuro di un migliaio di lavoratori".

Leggi tutto l'articolo