Tolleranza zero.

Se un bambino vive con le critiche, impara a condannare.
Se un bambino vive con l’ostilità, impara ad aggredire.
Se un bambino vive con il timore, impara ad essere apprensivo.
Se un bambino vive con la pietà, impara a commiserarsi.
Se un bambino vive con lo scherno, impara ad essere timido.
Se un bambino vive con la gelosia, impara cos’è l’invidia.
Se un bambino vive con la vergogna, impara a sentirsi in colpa.
Se un bambino vive con l’incoraggiamento, impara ad essere sicuro di sé.
Se un bambino vive con la tolleranza, impara ad essere paziente.
Se un bambino vive con la lode, impara ad apprezzare.
Se un bambino vive con l’accettazione, impara ad amare.
Se un bambino vive con l’approvazione, impara a piacersi.
Se un bambino vive con il riconoscimento, impara che è bene avere un obiettivo.
Se un bambino vive con la condivisione, impara la generosità.  Se un bambino vive con l’onestà e la lealtà, impara cosa sono la verità e la giustizia.
Se un bambino vive con la sicurezza, impara ad avere fiducia in se stesso e in coloro che lo circondano.
Se un bambino vive con la benevolenza, impara che il mondo è un bel posto in cui vivere.
Se vivi con serenità, il tuo bambino vivrà con la pace dello spirito.
Con che cosa sta vivendo il tuo bambino? [Dorothy Law Nolte]  Per anni mi sono interrogata su quali attenzioni, su quali strategie potessi mettere in atto per evitare il disastro.
Non ho mai trovato risposta e questo per il semplice motivo che il disastro non si poteva evitare.
Una cosa scivolata di mano, i piedi che si muovono con le punte verso l'esterno, un sorriso di troppo, un'opinione differente: tutte gocce capaci di far traboccare il vaso.
Una politica di tolleranza zero alla mia persona.
Non sono ammessi sbagli, non sono ammesse scelte, non sono ammessi ripensamenti.
Spesso non sono ammessa nemmeno io.
Gocce calde attraversano le guance e atterrano sul cuore.
E a furia di caderci sopra, goccia dopo goccia scavano un foro.
Ho il cuore bucato, ho il cuore con una perdita, ho il cuore rotto.
Parole vuote a riempire le bocche, ma non le pance. 

Leggi tutto l'articolo