Tolti a Malaysia gare paralimpiche nuoto

(ANSA) – TEL AVIV, 27 GEN – Il Comitato internazionale dei giochi paralimpici (Icp) ha tolto oggi alla Malaysia il diritto di ospitare i campionati mondiali di nuoto, che dovevano svolgersi a Kuching fra il 29 luglio e il 4 agosto.
La ragione – ha spiegato da Londra la direzione dell’Icp – è dovuta alla decisione delle autorità malesi di “non autorizzare la partecipazione di atleti israeliani”.
“Questa è una forte presa di posizione contro l’odio e il bigottismo”, ha commentato il ministero degli esteri di Israele.
Il presidente del Comitato paralimpico internazionale, Andrew Parsons, ha spiegato che “tutti i campionati mondiali devono essere aperti a tutti gli atleti” e che le diverse Nazioni devono essere messe in condizione di poter partecipare “in piena sicurezza e senza discriminazioni.
Quando un Paese ospite esclude atleti di una particolare Nazione, per ragioni politiche, non ci resta altra alternativa che cercare un altro luogo che ospiti quei campionati”.