Toni Blair: una affermazione assolutamente assurda!

Toni Blair: una affermazione assolutamente assurda!     L’ex premier laburista inglese, Tony Blair, ha affermato sabato scorso durante un incontro coi vertici di Confindustria a Venezia che Destra e Sinistra sono concetti ormai superati e che la vera contrapposizione politica dovrebbe essere tra coloro che vogliono la globalizzazione e tra coloro che vi si oppongono.
Ha dichiarato inoltre che i governi dovrebbero intervenire il meno possibile sul piano economico e che il dibattito tra le parti sociali è altresì un concetto superato.
Per concludere che per essere competitivi bisogna essere flessibili su tutto, in primis nel settore sociale: previdenza e mercato del lavoro.
// //--> E’ pensare che il signor Blair salì al potere come autorevole rappresentante della allora Sinistra britannica che ha contribuito in modo determinante a distruggere.
Il suo discorso è stato una autentica apologia al neoliberismo, in cui il mercato deve essere il più possibile libero da vincoli, illimitato, internazionalizzato, affinché il capitale possa circolare senza barriere ed arricchire sempre maggiormente quel pugno di famiglie che vivono nella bambagia a spese della stragrande maggioranza della umanità.
Contrariamente a quanto detto dal signor Blair, la contrapposizione tra Destra e Sinistra non è mai morta, anzi è più forte e decisa che mai.
Purtroppo, non in questa parte di emisfero.
Ma nel Sud del mondo, certamente sì e vogliamo rammentare a coloro che non lo sapessero che è laggiù in cui vivono oltre i due terzi degli abitanti di questo pianeta.
La Destraattuale non può che appoggiare pienamente la visione di Blair.
Sta nel suo DNA, si potrebbe dire da sempre.
E quindi non vi è alcun dubbio che sostenga il concetto di globalizzazione e di evoluzione dello Stato da lui esposto.
Ed in questo vi è una unità totale tra i movimenti di Destra di tutto il mondo.
// //--> Diverso è il discorso della Sinistra.
Quella istituzionale in Europa è ormai ridotta ad un autentico dinosauro, completamente privo di idee innovative ed asservito quasi del tutto alle logiche imperanti del neoliberismo, ritenuto come l’unico sistema economico possibile ed alle cui regole basilari non si può assolutamente transigere: privatizzazioni, abbattimento dello Stato sociale, sfruttamento inarrestabile di qualsiasi risorsa naturale ed umana, consumismo considerato come unico elemento di crescita della economia nel suo insieme.
Gran parte della Sinistra nel Sud del mondo (per fortuna), ed in particolare quella latinoamericana è nata dalle [...]

Leggi tutto l'articolo