Torino 1938|45 - Corso Vinzaglio angolo Via Cernaia

 
 
CORSO VINZAGLIO
 
Corso Vinzaglio angolo via Cernaia, oggi.
Il 22 luglio 1944 quattro ostaggi furono impiccati per rappresaglia in corso Vinzaglio angolo via Cernaia, a poca distanza dalla caserma Riva, in seguito all'uccisione, avvenuta qualche giorno prima, di un sottufficiale della Rsi in forza al gruppo carri armati Leonessa. Un manifesto ne annunciò l'esecuzione: morirono il tenente Ignazio Vian, una delle principali figure della resistenza piemontese, comandante delle prime bande partigiane autonome attorno a Boves, che per primo attaccò i tedeschi nell'ottobre 1943, Francesco Valentino, gappista, catturato nell'azione che portò alla morte di Di Nanni, Battista Bena, contadino e il diciassettenne Felice Briccarello. Altri due, il gappista Giuseppe Bravin e l'operaio Giovanni Costanzo furono contemporaneamente impiccati presso il ponte sulla Stura in corso Giulio Cesare. I condannati, condotti sul luogo dalle Nuove a bordo di un autocarro, furono fatti salire su un secondo mez...

Leggi tutto l'articolo