Torino, il padrone è morto e il prete non fa entrare il cane in chiesa per l'ultimo saluto: il pianto di Pavel commuove

Ha iniziato a ululare e a piangere. E ha commosso tutti.
Ma non poteva entrare per l'ultimo saluto al suo padrone. Pavel è stato messo alla porta dal prete della chiesa di Pier Giorgio Frassati, a Torino. Pavel è un cane, un labrador color nocciola. È vecchietto e ha passato la vita al fianco del suo padrone, Giorgio.
Gli è stato vicino soprattutto nell'ultimo periodo, quello della malattia. Non lo mollava mai. Ma per il parroco non meritava di entrare in chiesa durante il funerale. «Non si portano animali in chiesa, lo sapeva anche San Francesco», si è giustificato. «Questa è casa mia e decido io chi entra», ha aggiunto risponde a chi diceva che la chiesa è «la casa di Dio, ovvero di tutti».
A denunciare quanto avvenuto è stato un vicino di casa che ha raccontato tutto su Facebook. «I cani possono entrare in chiesa in casi eccezionali come funerali di persone anziane molto legate al proprio amico a 4 zampe? - si è chiesto - Secondo una parrocchia di Torino zona borgata Frassati evi...

Leggi tutto l'articolo