Torre del Lago P. (LU): Le signore del Premio Puccini

Nella Sala Belvedere del Gran Teatro Giacomo Puccini di Torre del Lago incontro organizzato dalla Fondazione Festival Pucciniano dal titolo "Le signore del premio Puccini" un’occasione per ripercorrere i 40 anni del premio attraverso le grandi interpreti a cui è stato attribuito Sarà possibile ascoltare brani interpretati dalle stelle della lirica che sono state le destinatarie del riconoscimento, tra cui Rosetta Pampanini la prima premiata protagonista nel 1930 e 31 delle prime due stagioni pucciniane, Mafalda Favero grandiosa nel ruolo di Manon, che le permise di esprimere tutte le doti di cantante-attrice, Gilda Dalla Rizza straordinaria Suor Angelica, Magda Olivero dotata di una tecnica del fiato esemplare, che le consentiva di eseguire filature delicatissime, e di una musicalità solidissima, Gina Cigna dalla voce calda e piena, estesa, vigorosa, duttile e agile, grande interprete del repertorio romantico italiano, Licia Albanese lodata per la quasi totalità dei ruoli da lei interpretati, Rosanna Carteri che ha riscosso successi in tutto il mondo e ha interpretato anche ruoli televisivi, Iris Adami Corradetti timbro chiaro e senza ombre e con un dire largo e semplicee Marcella Pobbe interprete eclettica e dal carattere forte.
All’appuntamento di domenica interverranno Bruno Spoleti, esperto di vocalità, oltre a Federigo Gemignani e Adone Spadaccini già presidenti del Festival Puccini di Torre del Lago, ideatori e animatori del Premio Puccini.A moderare l’incontro Lisa Domenici.
Il Premio Puccini istituito nel 1971 da un’ idea di Federigo Gemignani allora sindaco di Viareggio è il riconoscimento che la Fondazione Festival Pucciniano di Torre del Lago attribuisce ogni anno per testimoniare il proprio apprezzamento agli artisti e a quanti con la loro professionalità e passione contribuiscono a scrivere pagine significative della storia del melodramma.
Il Premio Puccini consiste in una statuetta dorata che riproduce l’immagine immediatamente riconoscibile di Giacomo Puccini - col cappello a larghe tese un po’ inclinato, il bavero del cappotto alzato e un’immancabile sigaretta stretta in un angolo delle labbra – come lo raffigura Paolo Trubetzkoy nella statua che dal 1949 è situata sul piazzale di Torre del Lago, davanti alla Villa del Maestro.
Il ‘71 fu anche l’anno in cui sotto la presidenza di Adone Spadaccini alla guida del Festival si fondò il Centro per la diffusione e la cultura musicale Giacomo Puccini.
 Da allora le stagioni del festival hanno cadenza annuale.
loschermo

Leggi tutto l'articolo