Totalità e Infinito

La somma degli interessi dei singoli, innaugurata con il Diritto, al massimo potra solo salvaguardare l'interesse *totale* nella frammentazione di piccoli gruppi chiusi, limitati, comunità, quei piccoli "nazionalismi" , cioè, oggi chiamate "Culture"...gay,donne, arabi, e chi più ne ha più ne metta Il risultato sara inevitabilmente il confliggere, in scala ridotta, ma non meno deleteria, dei nazionalismi veri e propri del secolo scorso.
Viceversa solo una visione *infinita*, "universale", dove l'ottusità del singolo si apre al "volto dell'altro" e crescerà insieme nell'unità si potrà giungere a quel "bene comune" di cui molti si riempono la bocca inutilmente non sapendone riconoscere né le basi antropologiche né tantomeno quelle psichiche.
Detto ancora in altri termini da una "Società dei bisogni" non c'è altra strada che passare ad una "Società dei desideri", dove la prima vive di strumentalizzazioni e la seconda di partecipazione.
Ma prima è necessario non essere banali conformisti.

Leggi tutto l'articolo