Traffic - "Mr. Fantasy" (Island Records, 1967).

Mi avventuro oggi in territori incontaminati (o forse sarebbe meglio dire "sconosciuti ai più"!) e cerco di affrettare una definizione di art-rock (alla mia maniera!): trattasi di contaminazione meticcia tra diversi generi musicali al fine di creare cambiamento (e stordimento!).
Questa in sintesi (breve) la carriera di debutto di Mr.
Steve Winwood e i suoi traffici loschi, e di questo Signor Fantasia che è una raccolta di 10 brani psichedelici (all'epoca) a cui si aggiungono altri 12 pezzi (bonus track) nella remastering session di poco più di 2 anni dopo.
Per dirla più semplicemente, se i paesi anglosassoni si erano intestarditi nell'ereditarietà eclettica del rock'n'roll degli anni 50, con nuove forme espressive, di lì a poco, i paesi latini, contrastano questa border line con il suo bigbeat.
Altri ancora si esprimono con musica lisergica, orientale (qui riprodotta dai Traffic mediante l'uso dell'armonica a bocca e del sitar) se si pensa a Led Zeppelin, The Beatles, The Rolling Sto...

Leggi tutto l'articolo