Traffico di rifiuti: sequestrati 11 container nel Porto di Napoli

I finanzieri del comando provinciale di Napoli e i funzionari dell’agenzia delle dogane hanno sequestrato undici container di proprietà di una società campana, destinati illecitamente ad un cementificio in Malesia, contenenti circa 300mila kg.
di rifiuti speciali che, per legge, dovevano essere invece trattati per il recupero.La normativa su gestione, raccolta e smaltimento di rifiuti speciali o pericolosi impone, infatti, obblighi molto severi agli operatori del settore, prescrivendo limiti precisi al trattamento ed al commercio, e vincolando l’esercizio di tali attività al rilascio di specifiche autorizzazioni degli organi competenti.
In questo caso la società, pur non disponendo delle necessarie autorizzazioni, tentando di sottrarsi ai controlli doganali, aveva intenzione di esportare illegalmente pneumatici usati al fine di aumentare illecitamente il volume delle vendite eludendo la vigente normativa di settore perseguendo così notevoli profitti illeciti.
Il rappresentante legale è stato denunciato a piede libero all’autorità giudiziaria per attività di gestione rifiuti non autorizzata e per traffico illecito di rifiuti.
CampaniaReport

Leggi tutto l'articolo