Triglie con Patate Saltate & Salsina all'Acciuga

  Compri un ricettario nuovo, lo sfogli e vedi una ricetta che ti piace.
In realtà ne vedi più di una (di ricetta interessante, intendo).
Fai un piccolo sondaggio sulla pagina Facebook e i tuoi fan ti aiutano a scegliere con quale ricetta “sperimentare” questo nuovo ricettario :) Cominci a leggere la ricetta un po’ distrattamente come se fosse un ripasso di una cosa che sai fare benissimo… e invece da questa ricetta ho imparato una cosa che mi sarà utile in mille altre occasioni.
Anzi… ho imparato due cose.
Una sulle patate e una (vabbè...
due) sulla cottura del pesce.
Il ricettario in questione è del mio mito culinario/mediatico: Gordon Ramsay.
Ricette particolari ma semplici e abbastanza veloci; adatte per quando si hanno ospiti o per un festeggiamento privatissimo ma importante.
Come dicevo, da questa ricetta ho avuto due o tre lezioncine di cucina molto utili.
Non ci si deve mica aspettare che “Gordy” (lo chiamo così… spero che non mi quereli!) nel ricettario faccia delle lezioni teoriche di cucina.
Ma quando uno le cose le sa, scrive una parolina, lancia un messaggio piccolo piccolo come se quello che sta dicendo fosse una realtà ormai consolidata e accettata da tutti (tipo: la terra è rotonda) ma che ti fa scattare la curiosità di saperne di più! La prima “lezioncina” che ho imparato riguarda le diverse caratteristiche delle patate… Colore della buccia e della pasta ci aiutano a distinguerle fra di loro e a sapere per quale tipo di preparazione sono adatte.
Le patate a buccia gialla e a pasta gialla (Charlotte, Agata, Desirée) hanno la polpa compatta e sono adatte per quelle cotture in cui vogliamo avere e vedere i pezzi di patata.
Perché la patata non si sfalderà durante la cottura.
Fritte, lesse, al vapore, in insalata, al gratin, al forno… e qualunque altra preparazione in cui volete che la patata resti intera (o come voi l’avete tagliata a pezzi).
Le patate a buccia gialla e a pasta bianca (Monalisa, Kennebec) hanno la polpa farinosa e ricca di amido.
Tendono quindi a sfaldarsi durante la cottura, sono quindi perfette per purè, crocchette, gnocchi, zuppe e spezzatini in cui vogliamo che la patata si sfaldi fino quasi a scomparire e addensi il sughetto.
Le Amandine hanno buccia gialla e pasta giallo pallido, si prestano quindi a fare da Jolly; ma non sempre questo è un pregio quando vogliamo essere sicuri del risultato.
Le patate a buccia rossa e a pasta gialla (Chérie) hanno la polpa particolarmente soda.
Sono quindi perfette per le lunghe cotture in cui vogliamo che la [...]

Leggi tutto l'articolo