Trionfo Ferrari a Monza, vince Alonso e Massa terzo

La McLaren di Button completa il podio.
Quarta posizione per la Red Bull di Sebastian Vettel MONZA - Vittoria Ferrari al Gran Premio d'Italia di Monza.
Fernando Alonso si e' imposto precedendo Button, su McLaren, mentre la terza piazza e' andata all'altro pilota del cavallino, Felipe Massa.
Quarta posizione per la Red Bull di Sebastian Vettel davanti alla Mercedes di Nico Rosberg e all'altra Red Bull di Mark Webber.
Settimo Nico Hulkenberg su Williams davanti alla Renault di Robert Kubica ed alla Freccia d'argento di Michael Schumacher che ha preceduto la Williams di Rubens Barrichello.
Fuori gara a pochi giri dalla fine la Lotus di Jarno Trulli, mentre l'altro italiano Vitantonio Liuzzi su Force India ha chiuso in dodicesima posizione fuori dalla zona punti.
Dopo il Gp di Monza che segna il trionfo della Ferrari sorride anche Mark Webber su Red Bull che torna in testa al Mondiale piloti con 187 punti scavalcando Lewis Hamilton che resta fermo a 182.
Sale il ferrarista Fernando Alonso che accorcia le distanze passando in terza posizione in classifica con un distacco sceso da -41 a -21 (166 i punti dello spagnolo).
HAMILTON, PECCATO MA PER MONDIALE NON E' FINITA L'uscita di scena dopo le prime curve del Gran Premio di Monza è senza dubbio "un peccato" ma Lewis Hamilton, superato in testa alla classifica da Mark Webber non getta la spugna: "Per il Mondiale - osserva fuori dai box McLaren - non è finita".
Quello accaduto in pista, ha sottolineato "é stato un vero peccato.
Ho fatto un errore: sono cose che capitano quando si corre ma sono dispiaciuto per me e per il team".
Ripensando al primo giro della corsa, ha puntualizzato ancora, "ho fatto una buona partenza e ho cercato di mettere la macchina in una certa posizione ma ero troppo vicino a Massa, ho toccato la sua gomma e la gara è finita lì.
Ad ogni modo - ha proseguito Hamilton - per il Mondiale non è finita e cercherò di fare del mio meglio per me e per la squadra".
Certo, ha concluso, "devo vedere il bicchiere mezzo pieno, sono ottimista per Singapore: è stato un peccato come è andata oggi, chiedo scusa al team".

Leggi tutto l'articolo