Tripoli, 31.12.1940

Tripoli, 31.12.1940 una lettera-racconto, scritta da Giuseppe Sega, militare in Libia, alla fine del 1940 e inviata ai famigliari in Vallarsa (alla Sega)
Tripoli, 31.12.1940 Carissimi, Riandando alle belle sere trascorse a casa l'anno scorso, sere il cui piacevole ricordo mi è caro rievocare nelle attuali, lunghe e oziose, non posso fare a meno di pensare ai discorsi più o meno allegri che si faranno in questi giorni di guerra, lassù fra voi, nel salotto di Maria, al riparo dal freddo intenso che gennaio, con tanta generosità vi prodiga.
Il tempo non mi manca ed ecco che per passarmene un po' in allegria e per far stare in allegria anche voi, cercherò di ripetere ciò che si dice nelle abituali riunioni, certo di non allontanarmi troppo dal vero.
Siamo all'ultimo dell'anno, ore 18.30, nel salotto di Maria.
Si bussa alla porta.
Maria: Avanti, avanti chi elo? Gisella: son mi, bona sera, ghè posto? A l'è en fredo de fora che 'l zizena le rece.
Maria: dai, dai vei avanti Cisela, va la che '...

Leggi tutto l'articolo