Troppi anni lontano dalla moglie

“È stato uno dei più famosi corrispondenti di guerra degli ultimi anni e ha seguito per il New York Times i conflitti in Iraq, Afganistan, Libia e Siria.
Finché una partita a carte con suo figlio ha cambiato tutto.
Da settimane le forze del presidente libico Muammar Gheddafi bombardavano la città di Misurata con cannoni, lanciarazzi e mortai.
Tra le munizioni usate c’erano anche proiettili da mortaio da 120 millimetri di fabbricazione spagnola, che nessuno aveva mai visto in combattimento.
Era un problema serio, perché erano bombe a grappolo, e oggi sappiamo che gli spagnoli avevano venduto quelle munizioni al governo libico proprio mentre la Spagna stava per firmare l’accordo internazionale che le avrebbe bandite.
Lo sappiamo grazie al lavoro di C.J.
Chivers, giornalista del New York Times e collaboratore di Esquire, che grazie alle sue competenze militari e alla sua esperienza è diventato il più importante corrispondente di guerra del suo tempo.
Chivers sospettava che Gheddafi stesse...

Leggi tutto l'articolo