Troppo caldo in Brasile. In campo arriva il time out "termico"

RIO DE JANEIRO (Brasile) - Il futsal insegna, o quasi.
Il campionato Carioca, torneo brasiliano di calcio dello stato di Rio de Janeiro, ha deciso di inserire il "time out termico" durante i match.
Non sarà un'interruzione di gioco come quella utilizzata nei campionati di calcetto, ma ricorderà il time out effettuato durante la finale di calcio tra Argentina e Nigeria all'Olimpiade di Pechino.
Le temperature superiori ai 40 gradi hanno indotto la Federazione statale (Ferj) ad adottare una misura straordinaria.
In ciascuno dei due tempi di gioco, dopo il 20', il match verrà interrotto per circa 120 secondi.
Così facendo i giocatori e la terna arbitrale potranno bere e recuperare energie.
Gli allenatori potranno approfittarne per fornire indicazioni alle rispettive squadre.
Il break scatterà quando il gioco verrà interrotto da un fallo o dall'uscita del pallone dal campo.
Secondo Jorge Rabello, presidente della commissione arbitrale della Ferj, la novità non richiede l'approvazione dell'Ifab, l'organo della Fifa responsabile di eventuali modifiche regolamentari.
"Non dobbiamo consultare l'International Board - spiega il dirigente - perché non c'è nessuna violazione delle norme".
L'iniziativa, come già anticipato, era stata adoperata nel corso delle Olimpiadi di Pechino del 2008 dall'arbitro ungherese Kassai durante la finale per la medaglia d'oro tra Argentina e Nigeria (1-0 gol di Di Maria al 13', ndr).
Per il forte caldo il direttore di gara, su consiglio dei due capitani, aveva deciso di interrompere il match sia alla mezzora del primo tempo, sia al 21' della ripresa, permettendo così ai giocatori di recuperare le energie per circa un minuto e mezzo prima di riprendere l'incontro.
fonte repubblica.it

Leggi tutto l'articolo