Truffe, una delle vittime: “Vivo minacciato”.

Cronaca
16 ottobre 2017
Truffe, una delle vittime: “Vivo minacciato”.
Centinaia le persone raggirate in tutta Italia dalla banda sgominata dai carabinieri di Reggio Emilia. La testimonianza: “Mi hanno usato per un finto concerto di beneficenza di Gigi Finizio”
Giulia Gualtieri

REGGIO EMILIA – “Io sono tutt’ora minacciato, perchè questa gente vuole i soldi”. Giovanni Angelone è una guardia giurata, lavora in diversi luoghi della città, tra cui anche l’ospedale di Reggio. Qui è stato avvicinato da Franca Ceglia, che gli ha chiesto di aiutarlo a vendere i biglietti per un concerto di beneficenza a sostegno dei malati di cancro. Giovanni ha accettato, pensando di fare qualcosa di buono per la comunità. “Raccoglievo i soldi e li davo a lei, mi aveva anche mostrato un bonifico di 15 mila euro che avrebbe fatto all’artista per l’esibizione”.
Aveva venduto proprio in ospedale, ma anche on-line, circa 50 biglietti per un fantomatico concerto al PalaBigi del cantante napoletano Gigi Fini...

Leggi tutto l'articolo