Tumore, acidità e inibitori di pompa protonica

 Scritto da: Stefano Fais |  Un fenomeno di grande importanza nella terapia dei tumori è la capacità delle cellule tumorali di resistere all'azione di una grande varietà di agenti anticancerogeni, e l'acidità tumorale, specialmente nei tumori solidi, ha un ruolo chiave.
Il meccanismo secondo cui l'acidità tumorale riduce l'effetto dei farmaci antitumorali (che sono fondamentalmente tutti dei terribili veleni cellulari) è basato sul fatto che la maggior parte di questi composti sono "basi deboli" (chimicamente parlando).
Quindi se si trovano in un ambiente ricco di H+, cioè acido, vengono immediatamente protonati e neutralizzati all'esterno delle cellule tumorali: in poche parole i farmaci vengono bloccati nell'ambiente extracellulare e non entrano nella cellula tumorale.
Anche le poche molecole che riescono a entrare, probabilmente mediante una sorta di effetto auto tamponante, sono inglobate dalle vescicole intracellulari acide, che le neutralizzano e/o le eliminano mediante r...

Leggi tutto l'articolo