Turate, assalto al portavalori: confiscato il tesoro del capo

Cronaca
1 maggio 2018
Turate, assalto al portavalori: confiscato il tesoro del capo
Sigilli su due milioni di euro di beni per l’ideatore del colpo milionario sulla A9
di PAOLA PIOPPI

Turate (Como), 1 maggio 2018 - Un bracciante agricolo con l’hobby delle rapine: così viene definito dagli inquirenti Antonio Agresti, 47 anni di Andria, condannato in via definitiva a 20 anni di carcere per la rapina milionaria ai furgoni portavalori della Battistolli, avvenuta sulla A9 a Turate l’8 aprile 2013. Riconosciuto come capo del gruppo di fuoco arrivato dalla Puglia, Agresti presentava una dichiarazione dei redditi da poche migliaia di euro all’anno, con familiari a carico, risultata però al netto dei beni per due milioni di euro che di fatto erano nelle sue disponibilità, e che ora gli sono stati confiscati su richiesta della Divisione Distrettuale Antimafia di Bari.
Il provvedimento di sequestro era stato eseguito già nel gennaio 2017: un appartamento e una villa con ogni lusso, tre te...

Leggi tutto l'articolo