"Turni massacranti, poche tutele e ritardi nello stipendio. Quanti morti ancora?": lettera di una guardia giurata

Cronaca
28 dicembre 2018
"Turni massacranti, poche tutele e ritardi nello stipendio. Quanti morti ancora?": lettera di una guardia giurata
Paolo

Riceviamo e pubblichiamo
Quanti morti ancora? Quante famiglie, quante mogli, quanti figli, devono ancora sopportare tutto questo? Quanti orfani ancora? Tutto questo nel silenzio tombale delle istituzioni ivi compresi i sindacati. Abbiamo sempre denunciato le condizioni nelle quali versano le guardie giurate e torno a ribadirle. Turni massacranti, turni di servizio che non vengono dati in tempo utile, per aver modo di poter organizzare la propria vita privata. Basta solo una telefonata dall'ufficio o una e-mail per comunicare alla guardia che l'indomani non lavora o che non ha un servizio assegnato, e spesso questo accade il giorno stesso, come se fossimo continuamente reperibili. Il quinto dello stipendio viene trattenuto dall'azienda e non erogato agli enti, così il lavoratore risulta insolvente per causa dell'azienda.
La guardia si...

Leggi tutto l'articolo