Tutela ambientale: una risorsa in più anche per la Provincia di Foggia: un contingente di Guardie Ecologiche Volontarie

Tutela ambientale: una risorsa in più anche per la Provincia di Foggia: un contingente di Guardie Ecologiche Volontarie pronte hanno giurato di fronte al Prefetto, comprese le viestane.  Stampa Email    Il Prefetto, con propri decreti, ha attribuito alle GEV, il riconoscimento di Guardia Particolare Giurata, nominate dalla Provincia in seguito ad un corso di formazione di 110 ore, per l’espletamento dei compiti definiti dalla Legge Regionale n.
10/2003 che ha istituito anche nella nostra regione il servizio volontario ecologico, nei seguenti ambiti: a) Tutela del paesaggio, dei beni culturali e ambientali, del territorio; b) Tutela della fauna selvatica e della fauna ittica, dell’attività venatoria e della pesca, della flora e degli habitat di interesse comunitario, tutela della biodiversità e aree naturali protette, controllo del randagismo; c) Tutela dell’inquinamento delle acque, dell’aria , del suolo; conrollo dell’inquinamento elettromagnetico.  Sono alcune decine le G.E.V.
che hanno pronunciato il giuramento presso la Prefettura di Foggia, appartenenti anche a paesi del Gargano tra cui Vieste.
Le GEV che svolgono la propria attività gratuitamente, rappresentano una preziosa risorsa per il controllo del territorio dove il patrimonio naturale, e l’ambiente costituiscono la principale risorsa economica.
Sarà compito dei Comuni più virtuosi, avvalersi della possibilità di chiedere l’assegnazione da parte della Provincia di un congruo numero di volontari a seconda delle disponibilità, delle esigenze e delle emergenze, da pattuirsi mediante accordi scritti da definirsi tra le parti e perfezionata da una deliberazione consiliare, come previsto dalla normativa regionale.
Gli accertamenti delle violazioni e le eventuali sanzioni pecuniarie sono gestiti in ambito comunale.
Gli introiti delle multe devono essere depositati su un apposito capitolo e ripartiti secondo le seguenti modalità: il 10 per cento alla Regione Puglia, il 20 per cento alla Provincia di appartenenza e il 70 per cento al Comune.
Le somme introitate al netto delle spese di gestione possono essere utilizzate esclusivamente dalla Regione, dalle Province e dai Comuni per attività inerenti la salvaguardia dell’ambiente, riservando una congrua percentuale delle stesse alla gestione del personale volontario.
Se ogni Comune del Gargano si dotasse di GEV il territorio sarebbe più tutelato.
In bocca al lupo alle GEV.  L.V.

Leggi tutto l'articolo