Tutti a scuola

Ecco i frutti avvelenati della buona scuola renziana: professori autoritari e presidi fascisti! Contro poveri ragazzi che fanno i salti mortali per poter imparare e diventare buoni cittadini, detentori di diritti.
Chiusa parentesi sarcastica.
Pochi giorni fa, in una scuola del torinese, alcuni ragazzi sono stati sospesi, perchè riprendevano con lo smartphone, gli insegnanti e postavano le foto su whatsapp.
Apriti cielo! Genitori inc...
avolati a morte con docenti e preside, per la vergognosa decisione.
Ecco, questo è il male assoluto della scuola: i genitori affetti da un perverso familismo, secondo il quale i loro pargoli sono detentori assoluti di ogni diritto, devono sempre essere ben vestiti, con abbigliamento di marca e con uno smartphone nuovo ogni anno.
I docenti? Devono solo dare buoni voti ai loro pargoli viziati, la disciplina e le regole, sono dettagli pre-sessantottini o pre-berlusconiani.
A questo, aggiungiamo una burocrazia ottusa ed elefantiaca, docenti incapaci ed impreparati che hanno come unici scopi nella vita, scaldare la cattedra, non avere grane, le ferie e lo stipendio.
E poi ci sono i bimbiminkia, che proliferano più dei topi.
Povera patria.
Gli scatti degli insegnanti messi su Internet.
“Giusta la sospensione”.
“No, punizione esagerata” Riprendevano i professori in classe con il telefonino: 22 alunni sospesi Difendere la scuola WhatsApp, prof spiati e studenti sospesi: una risata ci seppellirà Ma si può ancora bocciare a scuola? I genitori si rivolgono al ministero Colpa del Prof Quattro fori nel muro E poi succedono anche questi drammi: Si lancia nel vuoto a 13 anni, ora lotta per la vita  

Leggi tutto l'articolo