UE E MERCATI MONDIALI

        La crescente dipendenza del mercato mondiale dalla Cina,    accentua la crisi nei Paesi dell'UE nella misura in cui tale    dipendenza interessi il sistema strutturale.
   Il libero mercato invero condurrà non poche aree economiche    mondiali a forme di dipendenza più che di interdipenza tra    i vari sistemi economici.
   La stessa Cina in ragione della iperproduzione si troverà a    dover combattere una crescente inflazione, la svalutazione    monetaria e la perdita della capacità di acquisto.
   L' UE e gli USA si gioveranno del rapporto privilegiato    con l'URSS e quest'ultima pur di quello con la Cina.
   Tuttavia la Cina dovrà saper promuovere una riforma    madre delle riforme agrarie, investire in rimboscimento    e riforestazione e nella green economy, anzitutto rendendo    fertili le aree desertiche del nord e introducendo su larga    scala i sistemi energetici alternativi, qualora intenda di    fatto innovare e tutelare ambienti, aspettative ed esigenze    umane                                                         A.
Rinaldi

Leggi tutto l'articolo